mondocdphome
 

ANESTESIA

zompi

DEFINIZIONE:

L'anestesia si ottiene quando c'è una perdita della sensibilità ad una parte del corpo, o a tutto il corpo. L'anestesia generale rende il paziente completamente incosciente . La sedazione è simile all'anestesia generale ma il paziente rimane semi-cosciente.
L'anestesia e la sedazione sono usate in molte situazioni nella pratica veterinaria come la raccolta di campioni diagnostici (raggi X , sangue, urina,taglio dei denti, taglio delle unghia,biopsie) , esami (per calmare animali difficili da maneggiare o animali che provano dolore, o per l'esaminazione della cavità orale) e procedure chirurgiche.

TIPI DI ANESTESIA

  • Anestesia locale o topica E' applicata sulla pelle o iniettata nella pelle per rimuovere la sensibilità di una piccola area. L'anestesia non si estende oltre lo spessore della pelle o oltre la larghezza della zona in cui l'anestetico è applicato. Il coniglio rimane pienamente cosciente. L'anestesia locale può essere usata per chirurgie minori della pelle o biopsie, sistemazione di cateteri endovenosi o intraossei , o per procedure oftalmiche ( degli occhi ). Di solito si usa un anestetico topico negli occhi per permettere il flusso del dotto lacrimale nell'animale cosciente.
  • Anestesia regionale o spinale E' quella in cui una più vasta e profonda zona del corpo viene anestetizzata. L'agente anestetico è iniettato nel fluido spinale , che addormenta tutte le sensazioni da quel punto della spina fino al fondoschiena dell'animale.L'agente può anche essere iniettato in un nervo specifico , che anestetizza tutti i tessuti che quel nervo raggiunge. Durante l'anestesia regionale il coniglio rimane pienamente cosciente. Questo tipo di anestesia è stato usato nei conigli con successo , anche se molti veterinari hanno ancora poca familiarità con queta tecnica.
  • Anestesia generale Entra in circolo attraverso il flusso sanguigno in tutte le parti del corpo, incluso il cervello, e causa una completa perdita della coscienza. Ci sono due modi per somministrare gli agenti anestetici generali, per iniezione o inalazione.
    • Anestetici iniettabili Possono essere iniettati via endovenosa o intramuscolare, intraperitoneale, o sottocutanea. Gli agenti anestetici iniettabili sono spesso usati per brevi procedure chirurgiche (particolarmente quelle in bocca), o usati come preanestetici ad un agente inalante. I farmaci preanestetici sono usati per calmare il paziente per permettere di maneggiarlo nel somministrare l'agente inalante o per pemettere il passaggio del tubo endotracheale. Il più grande svantaggio degli anestetici iniettabili è che non c'è controllo sulla dose una volta iniettata (eccetto nel caso dei farmaci reversibili).Ci sono enormi variazioni nei dosaggi tra differenti conigli . Gli anestetici iniettabili non sono adatti come unici anestetici per procedure chirurgiche prolungate. Il periodo di recupero varia a seconda dell'agente usato. Inoltre, alcuni anestetici iniettabili non sono approppriati in presenza di certi disturbi, come disturbi al cuore o ai reni. Attualmente, gli agenti anestetici iniettabili più usati nei conigli includono alcuni dei seguenti (alcuni sono usati in combinazione per migliorare le proprie qualità anestetiche) : chetamina , diazepam (Valium) , butorfanolo , propofol, medetomidina e oppioidi.
    • Anestesia Inalante (gas) è la scelta migliore per qualsiasi procedura chirurgica maggiore. Come menzionato, è comune usare un sedativo o un agente preanestetico di qualche tipo per rilassare il coniglio prima di usare l'anestesia inalante. Il gas anestetico è somministrato sia con una maschera sul muso del coniglio, o tramite un tubo endotracheale. Con l'anestesia inalante il paziente è collegato direttamente ad una macchina che rilascia l'agente anestetico in un flusso di ossigeno. I vantaggi dell'anestesia col gas sono che la concentrazione dell'agente anestetico e quindi il livello dell'anestesia posono essere velocemente regolati, il paziente è sempre collegato direttamente ad una fonte di ossigeno e il recupero è solitamente rapido. Inoltre, l' isofluorano , il gas anestetico più comunemente usato nei conigli, può essere usato con una vasta tipologia di malattie. L' isofluorano non è sicuro solo per i conigli, ma anche per gli umani che vi sono esposti nella sala operatoria. Il metossifluorano e l'alotano sono stati usati per i conigli nel passato , tuttavia, hanno un elevato rischio di causare problemi agli umani esposti. Inoltre il metossifluorano è pericoloso da usare su conigli in sovrappeso.

    RISCHI DELL'ANESTESIA GENERALE

    Con un'attenta preparazione ed un adeguato monitoraggio , i rischi dell'anestesia generale nei conigli sono minimi. Tuttavia non saremmo sinceri se diremmo che non c'è rischio del tutto. La medicina non è una scienza esatta perchè si ha a che fare con individui complessi ed è impossibile conoscere ogni possibile risultato di ogni situazione.
    Le complicazioni dell'anestesia generale vanno da temporanei od intermittenti cambiamenti della respirazione , battito cardiaco e pressione sanguigna, ai danni al cervello ed alla morte. In mani esperte, morti per anesteia sono rare. Le più comuni cause di decessi per anestesia includono arresti cardiaci o respiratori, ipotermia (temperatura del corpo bassa) , ipovolemia (bassa pressione sanguigna) ed embolismo (grumo di sangue) . L'arresto respiratorio o cardiaco può essere causato da vari fattori come preesistenti disturbi del torace (inclusi cuore e polmoni), altri disturbi sistematici (particolarmente se coinvolgono il fegato o i reni dove gli anestetici verrano espulsi dal corpo), blocco delle vie respiratorie (blocco del tubo endotracheale, rigurgito di materiale dallo stomaco, sangue) o overdose di anestetico.
    Alcuni gradi di ipotermia sono normali durante l'anestesia generale perchè il metabolismo scende ed il corpo si raffredda. Inoltre se larghe aree della superficie interna del corpo sono esposte, viene disperso più calore. Chiunque abbia provato l'anestesia generale probabilmente si ricorderà di essersi svegliato tremando e sentendo freddo. I conigli hanno una piccola massa corporea comparata all'area della superfice di pelle che permette al calore di disperdersi anche più velocemente che negli umani. La temperatura del corpo di un coniglio può abbassarsi molto velocemente fino a livelli pericolosi particolarmente se la cavità addominale è aperta o se la procedura è lunga. L'ipovolemia accade se il paziente perde una quantità critica di sangue o di altri liquidi corporei durante una procedura chirurgica o se uno stato di disidratazione prechirurgico non viene corretto. Un embolismo , anhe se fortunatamente raro, può capitare in qualsiasi momento, particolarmente se la chiurgia coinvolge la manipolazione di grossi vasi sanguigni, tessuto osseo o se il coniglio aveva serie infezioni batteriche o fungine prima della procedura.

    FATTORI CHE INFLUENZANO IL RISCHIO ANESTETICO

    Frotunatamente ci sono molte cose che possono essere fatte per ridurre di molto il rischio anestetico nei conigli. I fattori che incrementano il rischio includono : nessun esame preparatorio pre-operatorio ; disturbi pre-esistenti (particolarmente respiratori, del cuore, del fegato o dei reni, disidratazione o obesità) ; agente anestetico inapproppriato o dose di agente anestetico errata; , assenza del regolare monitoraggio anestetico ed assenza di un adeguato monitoraggio e di un' adeguata cura post-anestetici.
    Ecco alcune cose che i veterinari possono fare per minimizzare il rischio anestetico/chirurgico:

    • Effettuare un'esaminazione pre-anestetica/chirurgica e diagnostiche se necessarie;
    • Stabilizzare / curare disturbi pre esistenti;
    • Usare agenti anestetici e dosaggi approppriati per conigli. Raggiungere un peso adeguato;
    • Monitorare costantemente il paziente durante la procedura anestetica/chirurgica;
    • Tenere sotto stretta osservazione il paziente durante il recupero finchè si sveglia e si muove.

      Ed ora vediamo cosa succede quando si fa ricoverare il proprio coniglio per una procdura chirurgica dall'inizio alla fine in modo che sappiate cosa aspettarvi .

      VALUTAZIONE PREANESTETICA

      Ogni animale che sta per sottoporsi ad una procedura anestetica o chirurgica dovrebbe essere prima visitato. Non c'è eccezione per questa regola! Non vorreste essere sottoposti ad anestesia senza prima essere stati visitati, e lo stesso dovete volere per il vostro animale. A seconda del tipo di procedura suggerita e dall'età e le condizioni del cdp, il veterinario può inoltre suggerire alcuni test diagnostici . I più comuni sono i seguenti : un esame completo del sangue, , raggi X , ultrasuoni, elettroencefalogramma e/o analisi delle urine. Il veterinario vi specificherà le ragioni per gli esami richiesti di caso in caso.
      * Importante : in casi dove i proprietari dell'animale si rifiutano di far effettuare i test diagnostici pre-anestetici/chirurgici, il fattore di rischio per il cdp può aumentare , in quanto il veterinario non può acquisire tutte le informazioni necessarie a stabilire l'idoneità del paziente ad essere sottoposto ad anestesia/chirugia.

      TRATTARE/STABILIZZARE DISTURBI PRE-ESISITENTI

      E' importante stabilizzare o curare qualsiasi disturbo che risulta essere presente durante la visita , come disidratazione, infezioni, malattie del fegato o dei reni, disturbi del cuore o dei polmoni o difficoltà respiratorie per poter amministrare l'anestetico. La condizione più comune che interferisce con l'anestesia e la chirurgia è l'obesità. I conigli sovrappeso sono sempre considerati pazienti ad alto rischio a causa della possibilità di concomitante disturbo del fegato (fegato ingrossato) e problemi respiratori dovuti alla pressione del grasso in eccesso sulla o nella cassa toracica. A meno che non ci sia una situazione d'emergenza di pericolo di vita che necessita di un'immediata chirurgia, i conigli in sovrappeso dovrebbero completare un programma di perdita di peso prima dell'anestesia.
      *Importante : Va fatto notare che ci sono rare situazioni dove una pre-esistente condizione di salute che interferisce con l'anestesia può non essere rilevata nei conigli. Come menzionato precedentemente, si ha a che fare con creature complesse e non tutti gli esami sono infallibili. Tuttavia è estremamente raro che certe situazioni accadano quando c'è stata una completa valutazione preanestetica.


      INDUZIONE ANESTETICA

      L'induzione anestetica è la somministrazione del (o degli) agente/i anestetico/i. A causa della natura del tratto gastrointestinale del coniglio e del fatto che non possono vomitare, non è necessario far digiunare il coniglio prima dell'induzione. Alcuni veterinari preferiscono rimuovere il cibo una o due ore prima dell'intervento per assicurarsi che la bocca del coniglio sia priva di residui di cibo. Come discusso in precedenza, al coniglio possono essere dati farmaci preanestetici, compresi farmaci per il dolore, prima di ricevere l'anestesia generale. L'anestetico generale è somministrato sia per iniezione che per inalazione. L'induzione con l'anestesia gassosa può essere compiuta tramite una camera anestetica, una maschera facciale o un tubo endotracheale. Il coniglio viene tenuto sotto anestesia inalante generale sia con una maschera che con un tubo endotracheale.

      PROCEDURE ANESTETICHE/CHIRURGICHE GENERALI

      Una volta che il coniglio è incosciente, viene sistemato su di un tappetino caldo per prevenire la perdita di calore. In alcuni casi viene usata anche un'ulteriore fonte di calore. La bocca viene pulita da ogni residuo di cibo o da saliva in eccesso. A questo punto se verrà usato un tubo endotracheale, sarà sistemato ora. Se un catetere endovenoso non è stato usato prima della chirurgia, sarà piazzato ora che l'animale è incosciente. Eccetto per procedure brevi in animali sani, è consigliabile avere attaccato un catetere endovenoso così che in caso sia necessario somministrare rapidamente farmaci d'emergenza e per essere in grado di somministrare fluidi. La maggior parte dei conigli sottoposti a procedure lunghe riceveranno fluidi endovenosi per prevenire la disidratazione e rimpiazzare la perdita di sangue. E' preferibile che i fluidi siano intiepiditi in modo che siano d'aiuto a mantenere la temeperatura corporea normale . A questo punto saranno coellgati i sistemi di monitoraggio.

      MONITORAGGIO ANESTETICO

      Ci sono alcuni parametri che vengono monitorati durante una procedura anestetica/chirurgica e possono essere usati diversi sistemi di monitoraggio.
      • Respirazione - La respirazione può essere monitorata visualmente da un assistente, attraverso un normale stetoscopio esofageo , con un monitor respiratorio (si attacca tra il tubo endotracheale e la macchina anestetica per misurare cambiamenti nel flusso d'aria) , oppure tramite un ossimetro da polso (o d'impulso) (misura la saturazione di ossigeno nel sangue).
      • Battito cardiaco /Polso - Il battito cardiaco o polso può essere monitorato con un normale stetoscopio esofageo , una macchina per l'eletrocardigramma, un Doppler o un ossimetro d'impulso.
      • Temperatura corporea - La temperatura corporea è monitorata tramite un termometro rettale.
      • Riflessi - Monitorare la risposta del coniglio a certi stimoli aiuta a valutare la profondità dell'anestesia. Ci sono diversi metodi per farlo, ma i più comuni test usati sono prendere la punta di un piede e toccare un occhio . Se si prende la punta del piede ed il coniglio tenta di ritrarsi o se si tocca l'occhio ed il coniglio cerca di sbattere le palpebre, l'anestesia è troppo leggera. Il coniglio potrebbe sembrare non cosciente, ma reazioni positive a queste prove indicano che può ancora sentire dolore quindi l'anestetico sarà aggiustato propriamente.



    CURE POST-ANESTETICHE E POST-CHIRURGICHE

    Una volta che la procedura è terminata il coniglio entrerà nella fase di recupero. L'anestesia inalante sarà interrotta e l'ossigeno verrà somministrato per alcuni minuti prima di scollegarli alla macchina anestetica. Il tubo endotracheale verrà rimosso non appena il coniglio mostra segni di risveglio. Saranno controllati i riflessi e crescenti segni di reazione indicano il recupero dall'anestesia. Il coniglio verrà spostato nella zona di recupero. E' preferibile che questa zona sia tranquilla ma visibile dal veterinario che sta monitorando il recupero. La quantità di calore di cui il coniglio avrà bisogno dipenderà dalla temperatura del corpo alla fine dell'operazione. La maggior parte dei conigli ha bisogno solo di un breve periodo di calore supplementare fino al recupero. La respirazione ed il battito cardiaco continueranno ad essere monitorati solitamente con osservazione diretta o tramite stetoscopio , finchè il coniglio non è completamente sveglio.


    ANALGESIA

    Anche se quest'articolo parla principalmente dell'anestesia e della chirurgia , non possiamo tralasciare l'importante aspetto del controllo del dolore nel coniglio dopo che è stato sottoposto ad una procedura dolorosa. Come menzionato, un dolore da moderato a grave può rappresentare un serio stress per il coniglio e risultare in alcune pericolose conseguenze. Molti anni fa quando non capivamo il pieno significato della gestione del dolore nel coniglio, spesso sopravvivevano alle operazioni chirurgiche , per poi morire nelle successive 36 ore. Il vecchio clichè de "l'operazione è stata un successo, ma il paziente è morto" calza a queste situazioni. In alcuni di questi casi avrebbero probabilmente potuto sopravvivere se il dolore post-chirurgico fosse stato controllato riducendo lo stress nel coniglio. Se foste stati sottoposti ad una procedura dolorosa sicuramente saprete che preferireste farmaci che alleviano il dolore piuttosto che sentire male. I conigli sofferenti recuperano molto più lentamente. Gli analgesici potrebbero non essere necessari per le operazioni minori, ma dovrebbero essere consistentemente usati nlle procedure maggiori.
    I più comuni analgesici correntemente usati nei conigli includono il butorfanolo , la buprenorfina e i farmaci anti-infiammatori non steroidei come l'aspirina, carprofene , diclofenac , flunissina , ibuprofen , ketoprofene , indometacina , meloxicam , acetaminofene e piroxicam. Un'alternativa fonte di analgesia per dolore cronico, medio o moderato , è l'agopuntura e l'agopressura.


    COMPORTAMENTO DEL CONIGLIO DOPO L'ANESTESIA E LA CHIRURGIA

    Il veterinario vi metterà al corrente dei segnali specifici a cui prestare attenzione nel vostro coniglio dopo la procdura anestetica/chirurgica. Ecco alcuni comportamenti in generale che si possono notare :

      • Comportamento tranquillo Il coniglio potrebbe voler dormire e star tranquillo in angolo. La mancanza di attività può essere causata da residui dell'anestetico nel corpo, da dolore, o dai farmaci. Alcuni analgesici hanno proprietà sedative e possono aggiungersi alla letargia. Controllate col vostro veterinario cosa ci si aspetta a seconda dei farmaci che si stanno somministrando. Se l'animale è estremamente letargico, si lamenta o sembra che non riesca a muoversi normalmente e se ne sta accovacciato in un angolo, è consigliabile contattare il veterinario immediatamente.
      • Scarso appettito Il coniglio potrebbe non mangiare e bere del tutto per le prime 24 ore dopo il ritorno a casa. Gli analgesici possono migliorare la situazione ma non completamente eliminarla. Si può alimentare con la siringa il coniglio con vegetali freschi frullati mischiati con succo di frutta , una o due volte al giorno durante questo periodo iniziale di 24 ore. Se il coniglio si rifiuta di mangiare anche dopo il primo giorno, contattate il veterinario immediatamente.
      • Assenza di feci o feci anomale L'anestesia e gli agenti analgesici possono alterare la motilità del tratto gastrointestinale. Inoltre, il coniglio può aver mangiato poco appena prima della chirurgia , quindi, ci può essere assenza di feci per un periodo fino a tre giorni dopo l'anestesia / chirurgia. Se le feci sono presenti, possono inizialmente essere più piccole del normale, sformate o molli. Questa condizione dovrebbe risolversi entro tre giorni. La diarrea acquosa non dovrebbe essere presente e quindi va considerata allarmante. Contattate il vostro veterinario se avete dubbi sulle feci o le urine del coniglio.




    DOMANDE DA FARE AL VOSTRO VETERINARIO

    Per riassumere ciò che si è appreso sull'argomento, ecco alcune domande che potete chiedere al vostro veterinario riguardo le procedure anestetiche / chirurgiche.

      • Livello di esperienza - Chiedete il livello di esperienza del veterinario riguardo i conigli in generale a riguardo la procedura in questione. I vostri veterinari potrebbero non aver avuto molta esperienza, ma basandosi sulle risposte alle altre domande e alla loro disponibilità a collaborare con voi, potrete decidere se procedere o meno.
      • Tipo di agenti anestetici usati Avete ora una lista di agenti anestetici che sono comunemente usati. Se il vostro veterinario usa qualche altro anestetico, chiedete pure della documentazione a riguardo e la loro esperienza nell'uso di quel farmaco prima di decidere.
      • Spiegazione della procedura anestetica /chirurigca Avete il diritto di sapere come il vostro animale sarà maneggiato durante la procedura anestetica / chirurgica . Ora avete letto una lista delle cose che andrebbero fatte per ridurre i rischi. In particolare, informatevi sulla valutazione pre-anestetica, sul monitorgaggio anestetico, sul monitoraggio durante il recupero e sull'uso degli agenti anestetici.




    COMUNI PROCEDURE CHIRURGICHE

      • OVARIOISTERECTOMIA (STERILIZZAZIONE) Si tratta della completa rimozione dell'utero e delle ovaie nelle coniglie. La sterilizzazione viene fatta per prevenire gravidanze ed il cancro uterino e per aiutare il controllo di alcuni comportamenti come marcare il territorio con l'urina, l'aggressività e le false gravidanze . La chirurgia va fatta dopo i 4 mesi d'età, e preferibilmente prima dei due anni.
      • CASTRAZIONE Si tratta della rimozione completa dei testicoli nei conigli maschi. Ci sono diversi approcci chirurgici possibili. La castrazione viene eseguita per il controllo delle nascite e per modificare comportamenti come la marcatura del territorio con l'urina e l'aggressività. Previene inoltre il cancro dei testicoli, anche se il cancro agli organi riproduttivi è più raro nei maschi che nelle femmine.
      • ODONTOIATRIA I disturbi dentali sono comuni nei conigli a causa di cose come una dieta inapproppriata, cause genetiche , o traumi. Poichè i denti dei conigli crescono continuamente, la malocclusione dentale richiede una continua limatura dei denti per tutta la vita dell'animale. In alcune situazioni i denti devono essere completamente rimossi. Le difficoltà dell'odontoiatria nei conigli sono la piccola dimensione della cavità orale, che limita la visibilità e l'area di lavoro, e le lunghe ed estese radici dei denti. E' meglio che le procedure come l'assettamento o l'estrazione dei denti avvengano il più presto possibile dall'inizio del disturbo per evitare ulteriori complicazioni.
      • RIMOZIONE DI ASCESSI Gli ascessi possono formarsi in ogni parte del corpo, ma hanno una particolare propensione per la testa. La maggior parte degli ascessi facciali sono connessi a disturbi dentali. Se del tutto possibile, gli ascessi andrebbero completamente rimossi. Ci sono spesso tratti drenanti che percorrono i tessuti e se lasciati indietro possono diventare fonti di futuri ascessi.
      • CHIRURGIA GASTROINTESTINALE La chirurgia gastrointestinale è più frequentemente eseguita per rimuovere blocchi nel tratto grastrointestinale. Questo può succedere lungo il tratto e può essere causato da pezzi secchi di contenuto dello stomaco, fibre dei tappeti e gomma o oggetti di plastica. La chirurgia gastrointestinale detiene il maggior rischio di complicazioni nel coniglio a causa di due fattori :
        1. Il coniglio è spesso già in stato di profondo shock una volta che l'ostruzione viene scoperta mettendolo ad alto rischio per l'anestesia e la chirurgia e 2. Il tratto gastrointestinale è molto sensibile alle manipolazioni chirurgiche.
        Il tratto gastrointestinale (particolarmente il ceco) può non guarire bene dopo la chirurgia e il sito chirurgico può cedere. Le adesioni addominali sono più comuni dopo un'operazione al tratto gatrointestinale. Inoltre, la motilità del tratto grastrointestinale può essere influenzata causando una chiusura del tratto. Questi pazienti necessitano di cure mediche e monitoraggi extra. I primi tre giorni dopo l'intervento sono i più critici e il coniglio dovrebbe essere ospedalizzato durante questo periodo.
      • ALTRE OPERAZIONI La chirurgia può essere eseguita nei conigli su ogni sistema o organo, proprio come negli altri animali. Una lista di altre comuni procedure chirurgiche comprende la cistotomia ( aprire la vescica di solito per rimuovere tumori o calcoli) , ortopedia, riparazione di lacerazioni e rimozione di tumori. Il vostro veterinario vi darà i dettagli su queste procedure in caso il vostro coniglio dovesse averne bisogno.

       

       

      Sitografia

      http://www.bunnies.it